Pioli, prepara il derby

Count down iniziato e pensieri che inevitabilmente si concentrano tutti sul derby della Madonnina, ovvero quella partita che non va giocata, non va dominata, ma solo ed esclusivamente vinta. E la nuova Inter di Pioli ci arriva, strano a dirlo, con più certezze che dubbi, visto che l’ex tecnico della Lazio, il quale finora ha potuto lavorare solo con un gruppo ridotto per via degli impegni della nazionale, sembra avere già le idee chiare per quanto concerne la formazione anti-Milan. L’unico dubbio riguarda il centrocampo, dove solo all’ultimo si saprà chi tra Brozovic e Banega vincerà il ballottaggio per l’ultimo posto al fianco di Medel e Joao Mario. Nessuna incertezza invece in difesa, reparto che finora non ha funzionato granchè in casa Inter, in particolar modo per quanto riguarda i terzini. Un reparto che dunque andrà ristrutturato nella finestra del mercato di gennaio, la stessa che i neroazzurri hanno già aperto per capire quali siano i giocatori migliori sui quali investire. Un vero e proprio casting per le fasce che vede al suo interno tanti giocatori interessanti e utili per alzare l’asticella in casa Inter. Partendo da quel Darmian, sempre più relegato ai margini del progetto United di Josè Mourinho, il quale potrebbe mettere una buona parola per l’approdo dell’ex Toro in maglia neroazzurra. Restando in ambito estero però nei radar interisti è finito anche Nelson Semedo, terzino destro del Benfica classe ’93 e in grado di ricoprire anche il ruolo di esterno di centrocampo. Giocatore quindi duttile e molto interessante, ma al tempo stesso bloccato da un contratto con le aquile fino al 2021 e una clausola rescissoria da 60 milioni di euro. Ecco il motivo per cui la dirigenza interista sta vagliando anche ipotesi italiane, come per esempio quella di Andrea Conti, esterno classe ’94 di un Atalanta in grande spolvero in questa prima parte della stagione, ma protagonista anche con la maglia della nazionale Under 21. Solo una volta risolto il rebus terzini si potrà poi pensare al regista da mettere davanti alla difesa, con quel Lucas Biglia sempre nella testa di Pioli, il quale vorrebbe provare a convincere il giocatore a raggiungerlo già a gennaio, anche se per strapparlo a Lotito ci vorrebbero almeno 30 milioni. Un’Inter che dunque pensa al mercato, ma è già focalizzato sul derby, delicatissimo match che nelle ultime ore ha già visto la prima stoccata da parte dell’avvocato La Scala, il quale oltre ad augurarsi di vedere la stracittadina colorata di rossonero, ha rincalzato la dose spiegando come il suo desiderio principale sia di vedere al più presto l’Inter andare in Serie B. Insomma un derby che si divide tra mercato, dubbi dell’ultim’ora e provocazioni, per una super sfida già calda… ancora prima di cominciare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.