giunti-620x400

PERUGIA, GIUNTI SULLE ORME DI BUCCHI

Cambiare, senza stravolgere. Questa la filosofia del Perugia 2.0 che muoverà i suoi primi passi seguendo le orme della precedente gestione, targata Cristian Bucchi. Non è un caso, dunque, che il timone degli umbri sia stato affidato a Federico Giunti, vero e proprio alter ego del precedente tecnico perugino.

Si, perché anche l’ex centrocampista del Milan lascia la guida della Maceratese, militante nel campionato di Lega Pro, stessa squadra da dove proveniva il suo predecessore. Ma le analogie non sono finite qui: quello di Giunti è un ritorno a Perugia, dato che tra il 1991 e il 1997 ha disputato 166 partite con la maglia del Grifo, siglando 24 reti. Stesso percorso del neo-tecnico allenatore del Sassuolo, che ha vestito i colori perugini per due stagioni.

Sul fronte mercato il primo nodo da scogliere riguarda la porta, con il rinnovo del prestito di Alberto Brignoli dalla Juventus in cima alle priorità della dirigenza. A seguire, bisognerà colmare il vuoto lasciato in mezzo al campo dalle ormai certe partenze di Dezi e Guberti: l’ingaggio del centrocampista Santiago Colombatto , classe ’97, di proprietà Cagliari è una suggestione molto concreta. Nell’ultimo campionato ha vestito la maglia del Trapani collezionando trenta presente e tre assisti. Per quanto riguarda l’esterno, invece, un nome caldo è quello di Davide Luppi, autore di un’ottima stagione nell’anno della promozione del Verona, condita da 6 reti e sette assist.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *