Jordan_Michael

Michael Jordan parla della situazione difficile che stanno vivendo gli Stati Uniti

Baton Rouge, Dallas, Saint Paul, Kansas City e non solo. Negli Stati Uniti, negli ultimi tempi, la situazione legata alle morti degli afroamericani per mano dei poliziotti e agli attacchi contro gli agenti sta degenerando in maniera preoccupante. Michael Jordan, che ha un certo impatto a livello sociale, ha deciso di rompere il silenzio e di condannare tutto ciò attraverso un comunicato che sta facendo il giro del web.

La leggenda della pallacanestro ha anche annunciato due donazioni da un milione di dollari per l’Institute for Community-Police Relations e il fondo di difesa legale di un’organizzazione che tutela i diritti degli afroamericani, la Naacp.

“Come americano orgoglioso di esserlo, come padre che ha perso il proprio papà in un atto insensato di violenza e come nero, sono stato profondamente colpito dalle morti degli afroamericani per mano degli agenti e ho provato rabbia per il codardo atto di odio compiuto da chi ha preso di mira e ucciso poliziotti. Sono in lutto insieme a tutte le famiglie convinte, conosco il loro dolore. Sono stato cresciuto da genitori che mi hanno insegnato ad amare e rispettare tutti a prescindere dalla razza e dal background sociale. Sono profondamente frustrato davanti a delle tensioni razziali che sembrano peggiorare. So che questo Paese è meglio di così e non posso più stare in silenzio. Dobbiamo trovare delle soluzioni per garantire a tutti un equo trattamento”, spiega nel comunicato il 53enne ora Presidente degli Charlotte Hornets.

Fabrizio Fasanella

In collaborazione con The Basketball Post (Basketballpost.net) 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *