szczesny

INTER, SZCZESNY E BORJA VALERO TORNANO D’ATTUALITA’

Reazione a catena: il caso Donnarumma sconquassa il mercato e l’Inter si ritrova a rivalutare l’opzione Szcesny per la porta. Il motivo è presto detto: la Juve, in attesa di capire le intenzioni del 18enne di Castellammare di Stabia, gioca al ribasso con l’Arsenal per il polacco, forte dell’accordo con il calciatore. Ma Luciano Spalletti conosce bene Sczesny, addirittura lo preferisce ad Handanovic, e non è affatto escluso che, a questo punto, i nerazzurri offrano all’Arsenal molto di più rispetto ai bianconeri – che restano in pole position – ma ora sanno di non poter tergiversare troppo. Nessuna novità nella vicenda Borja Valero, ma non è detto che per l’Inter sia una cattiva notizia: il gradimento c’è, e questo è evidente – ma il pallino ora è nella mani della Fiorentina che non rinnoverà al centrocampista il contratto in scadenza nel 2019 e aspetta un segnale dall’agente Alejandro Camano. Se arriverà, se cioè il calciatore dovesse convincersi a cambiare aria – allora i Viola si rassegnerebbero ad aprire una trattativa, andando anche al di sotto dei dieci milioni di euro che ad oggi rappresentano la valutazione del 32enne spagnolo. Per il resto, in mediana non tramonta l’ipotesi Matuidi, in uscita dal Paris Saint Germain visto il rapporto non idilliaco con Emery, e finito nel mirino di Ausilio che ne ha parlato direttamente con Mino Raiola, col quale si è fatto anche un sondaggio per Kenny Tete,  21enne jolly difensivo dell’Ajax. A proposito di difesa, il sipario è tutt’altro che calato su Rudiger, dopo le dichiarazioni di stima nei confronti di Spalletti arrivate dal centrale tedesco alla vigilia della Confederations Cup. Quanto alle uscite, soliti nomi: Gabigol, Murillo, Banega ma soprattutto Perisic per il quale si attende l’affondo decisivo del Manchester United: 40 milioni più bonus l’ultima indiscrezione. Da lì si partirebbe, poi, per regalare ai tifosi anche un colpo in entrata di quelli coi fiocchi: Di Maria e Bernardeschi le ipotesi più suggestive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *