milik

I volti nuovi del mercato

Di quelli che già bazzicavano la serie A e si sono limitati a cambiare piazza, sappiamo tutto. Degli altri un po’ meno. Sono tanti i volti nuovi del massimo campionato italiano e, solo per rimanere nel centro del mercato nostrano – e cioè la Torino bianconera – basta pensare all’esperienza di Dani Alves o alla classe del 21enne Marko Pjaca per capire dove, inevitabilmente, finiranno i riflettori di chi è curioso di giudicare i colpi in entrata di una sessione arrivata quasi al crepuscolo. Occhio però, perché anche altrove hanno scommesso: Ocampos al Genoa, Bruno Alves a Cagliari, Bastos alla Lazio, Hagi a Firenze, solo per fare qualche nome. Mentre tra le rivali più attrezzate per dare fastidio ai campioni d’Italia, la Roma ha già avuto segnali contrastanti da gente come Alissòn e Vermaelen, mentre il Napoli ne attende di incoraggianti da Arkadiusz Milik, classe ’94, esploso nell’Ajax e chiamato all’ingrato compito di sostituire Higuain nel cuore dei tifosi e nella classifica cannonieri. Poi c’è l’Inter con Erkin e soprattutto con Banega, l’uomo di talento che mancava al centrocampo, uno che sa cosa voglia dire vincere. Ci proveranno anche i cugini milanisti, seppur demoralizzati da un mercato in cui Sosa – vecchia conoscenza – e Lapadula, direttamente dalla serie B, sono i volti nuovi e pedine chissà quanto imprescindibili nello scacchiere di Montella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *