“Hamilton giù di forma? Colpa dello stile di vita”. Parola di Stewart e Briatore

Non è lo stesso Lewis Hamilton versione schiacciasassi che, tra Monaco e Hockenheim, aveva raccolto sei su sette successi disponibili proiettandosi in testa alla classifica dopo un inizio duro in cui in risalto si era messo il compagno di squadra e diretto rivale per il titolo Nico Rosberg. Nelle ultime tre gare lo stato di forma del pilota inglese sembra essere nuovamente peggiorato, tanto che il distacco dal figlio di Keke in classifica iridata conta otto lunghezze di svantaggio.

Come spiegare questo andamento altalenante del tre volte campione del mondo pur disponendo di una vettura semplicemente imbattibile? A fornire una motivazione ci ha pensato un altro pilota iridato e leggenda del circus, Jackie Stewart: “Sembra tutto facile quando si raccolgono tanti successi, però improvvisamente le cose possono andare meno bene arrivando anche a toccare il fondo” le parole del 77enne scozzese campione 1969, 1971 e 1973 rilasciate al Daily Mail. “Non sei più in palla, cominci a volere strafare o forse c’è una vita che distrae al di fuori del circus. Quando si è al top si pensa di poter gestire qualsiasi cosa e di poterla spuntare in ogni circostanza. Io ero costantemente pauroso di essere battuto e sconfitto e ho sempre lavorato al massimo, non potevo mai né sedermi né rilassarmi”. 

Più o meno dello stesso avviso è anche Flavio Briatore, il quale ha fatto un paragone tra i due piloti della casa di Stoccarda durante un’intervento ai microfoni di Radio Rai: Nico sembra avere messo la testa a posto, Hamilton ogni tanto sembra un po’ DJ, un po’ rapper. Il talento non gli manca, ma deve concentrarsi solo su una cosa e se fossi in lui mi occuperei un po’ di più di Formula Uno“. 

@Stevu_992

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.