buffon

BUFFON, DOPO IL RITIRO LA TRADIZIONE CONTINUERA’

Gigi Buffon ha affermato che dopo il Mondiale del 2018, in Russia, sarà pronto ad appendere le scarpette al chiodo, chiudendo così una carriera fitta di successi, Champions League a parte. Ed è ovviamente nella prossima stagione che l’estremo difensore bianconero intende arrivare fino in fondo, soprattutto per aggiungere in bacheca un trofeo glorioso e al tempo stesso lavare via l’amarezza delle 2 finali disputate negli ultimi 3 anni, in cui a trionfare però hanno provveduto Barcellona e Real.

Dopo di lui il vuoto? Non esattamente. Alcuni profili mostrano già un potenziale notevolissimo, altri ci si augura possano esplodere negli anni a venire, ma la tradizione dei grandi portieri italiani resta una costante. È ormai palese come Gianluigi Donnarumma sia destinato a ricevere il testimone dall’omonimo numero 1 bianconero, anche se c’è ancora tanto, tantissimo da dimostrare nei prossimi 15 anni. La situazione contrattuale del classe ’99 del Milan sta facendo passare in secondo piano quella che deve essere la sua crescita costante, perché uno così può e deve aspirare ai massimi livelli. E se il nativo di Castellamare di Stabia ha vissuto una stagione dal rendimento altalenante, chi di sicuro il sorriso difficilmente se lo toglierà dal volto con una certa fatica è Alex Meret.

Ora tornerà all’Udinese, società che ne detiene il cartellino, ma l’annata alla SPAL, conclusa con la vittoria della cadetteria ed il passaggio diretto in Serie A, lascerà un segno indelebile. Classe ’97, è sul taccuino di tante squadre che non lo seguono di certo da ieri, Napoli su tutte. C’è anche la Juventus su di lui e la cifra per strapparlo ai friulani è fissata intorno ai 20 milioni di euro. Ragazzo serio, con tantissima dedizione al lavoro, ha una carriera di fronte a sé pronta a regalargli tante soddisfazioni.

Il campionato di Serie B ha messo in luce le potenzialità di un altro estremo difensore, che ha conquistato la massima serie dalla porta secondaria, vincendo i playoff con il Benevento.

Alessio Cragno, classe ’94, è un altro profilo che piace tantissimo a diversi club di Serie A e, anche qui, il Napoli è piombato sul calciatore. Cartellino di proprietà del Cagliari, vanta una grande personalità e margini di crescita di primo livello.

Il calcio italiano e mondiale è pronto a godersi le ultime prodezze di Gianluigi Buffon ma, una volta presa la decisione di salutare, ci sarà una classe di giovani estremi difensori che già scalpita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *